domenica 13 marzo 2011

Ecco il testo di una domanda “bonus” di chimica posta all’università di Nanterre .


La risposta di uno studente è stata così strana che il Professore l’ha condivisa con i suoi colleghi, via Internet, ed è per questo che voi avete il piacere di leggerla…
Domanda bonus: “L’Inferno è esotermico o endotermico?” (esotermico: emette calore – endotermico: assorbe calore)

I più hanno risposto utilizzando la legge di Boyle (quando un gas si dilata la sua temperatura diminuisce e viceversa) o le sue varianti. 

Al contrario uno studente ha risposto come segue: 

Prima di tutto dobbiamo conoscere come varia la massa dell’inferno col passare del tempo. Dobbiamo cioè sapere a quale ritmo le anime entrano ed escono dall’inferno.
Penso che possiamo assumere senza alcun rischio che le anime, una volta entrate, non ne usciranno più.
Dunque per il calcolo del numero delle anime nell’inferno dobbiamo guardare il funzionamento delle differenti religioni che esistono nel mondo oggi. La maggior parte delle religioni afferma che se non siete membri della loro religione andrete all’inferno. Dato che esiste più di una religione che esprime questa regola e dato che le persone non appartengono a più religioni contemporaneamente,
possiamo dedurre che tutte le anime andranno all’inferno.
Ora guardiamo la velocità con la quale cambia il volume dell’inferno, perché la legge di Boyle specifica che “per mantenere costante la pressione e la temperatura all’inferno, questo si deve dilatare in modo proporzionale all’entrata delle anime”.
E’ possibile, quindi, fare due ipotesi:
a) Se l’inferno si dilata a una velocità minore rispetto all’entrata delle anime, allora la temperatura e lapressione aumenteranno indefinitamente fino all’esplosione dell’inferno stesso.
b) Se l’inferno si dilata a una velocità superiore rispetto alla velocità con la quale le anime entrano, allora la temperatura diminuirà fino al totale congelamento.
Quale scegliere?
Se accettiamo il postulato della mia compagna di corso Jessica durante il primo anno di studi “Farà freddo all’inferno prima che io faccia sesso con te!” e tenendo conto del fatto che ho fatto sesso con lei la notte scorsa, allora la seconda ipotesi deve essere vera. Così io sono sicuro che l’inferno è esotermico ed è già gelido. Il corollario di questa teoria è che siccome l’inferno è già gelato, ne consegue che non accetta più anime e quindi cessa di esistere…lasciando così da solo il paradiso e provando l’esistenza di un Essere Divino che spiega perché, la notte scorsa, Jessica non la smetteva di gridare “Ohhh… mio Dio!”

9 commenti:

  1. Da un punto di vista logico, non fa una piega.

    RispondiElimina
  2. Ciò apprezzo in questo tipo di persone, è la capacità di non perdersi niente. Credo che per vivere così ci voglia passione in tutto. E, indubbiamente, "The Piper" ha ragione. Ci vuole genialità.

    Ho dimenticato di aggiungere che il soggetto in questione è l'unico ad aver ottenuto il massimo punteggio a quell'esame.

    RispondiElimina
  3. è stato un piacere!

    RispondiElimina
  4. Ecco una prova di libertà mentale...stupire in modo logico-comico-paradossale le nostre menti e soprattutto quelle di chi ci istruisce è la vera genialità!

    RispondiElimina
  5. ahahahahah!!veramente tanta stima per lo studente!!xD

    RispondiElimina